Sitemap

Uno studio rileva che spalmare i bambini con la crema solare può proteggerli fino all'età adulta.

Se hai bisogno di un altro motivo per cui la tua famiglia usa la protezione solare, potrebbe essere questo: l'uso regolare della protezione solare durante l'infanzia può ridurre il rischio di melanoma del 40% nella giovane età adulta.

Un recentestudioha esaminato l'associazione tra l'uso di creme solari e il rischio di melanoma nelle persone di età inferiore ai 40 anni.

I ricercatori dell'Università di Sydney hanno raccolto dati da 1.700 persone che hanno preso parte all'Australian Melanoma Family Study.

"Abbiamo scoperto che gli australiani di età compresa tra i 18 ei 40 anni che usavano regolarmente la protezione solare durante l'infanzia hanno ridotto il rischio di sviluppare il melanoma del 40% rispetto a coloro che usavano raramente la protezione solare. L'uso a vita della protezione solare è stato associato a una riduzione del 35% del rischio di melanoma",Dott.Caroline Watts, autrice dello studio e ricercatrice post-dottorato presso l'Università di Sydney, ha detto a Healthline.

Watts e i suoi colleghi hanno scoperto che coloro che usano regolarmente la protezione solare ottengono il massimo beneficio.Un normale utente di crema solare per definizione di Watts sarebbe una persona che applica la protezione solare sempre o quasi sempre quando è al sole o ha intenzione di stare al sole.

Pericoli per i bambini al sole

C'è un motivo per cui i bambini hanno bisogno di protezione solare.

"La pelle dei bambini è molto più sottile della pelle degli adulti e più suscettibile alle bruciature",Dott.Lo ha detto a Healthline Adam Friedman, professore di dermatologia alla George Washington School of Medicine and Health Sciences. "In effetti, una scottatura solare in un bambino può essere un'emergenza medica poiché la pelle bruciata dal sole non può regolare la temperatura o anche la perdita di acqua ed è a maggior rischio di infezione".

I bambini di età inferiore ai sei mesi dovrebbero rimanere sempre all'ombra e non essere esposti alla luce solare diretta.Friedman consiglia anche cautela quando permette ai bambini di correre senza vestiti al sole.

I ricercatori hanno anche scoperto che alcuni dati demografici avevano maggiori probabilità di utilizzare regolarmente creme solari.

"I consumatori abituali di creme solari avevano maggiori probabilità di essere donne, di origini britanniche o dell'Europa settentrionale, e di avere livelli di istruzione più elevati, pigmentazione della pelle più chiara e una storia più forte di scottature solari",ha detto Watts. "Questo potrebbe essere correlato al fatto che le donne sono più ricettive ai messaggi sulla protezione solare o al fatto che molti prodotti cosmetici contengono creme solari".

Dott.Oma Agbai, assistente professore di dermatologia presso l'Università della California, Davis, afferma che è possibile che tali dati demografici utilizzino la protezione solare per motivi estetici piuttosto che per motivi di salute.

“Alcuni dei miei pazienti in questa fascia demografica possono essere guidati da motivazioni estetiche. In altre parole, potrebbero voler utilizzare la protezione solare per prevenire l'invecchiamento precoce e il fotodanneggiamento indotti dai raggi UV", ha detto a Healthline.

Ma altri potrebbero usare la protezione solare a causa di precedenti brutte esperienze con le scottature.

"Coloro che hanno una storia di scottature solari possono cercare di evitare il dolore e il disagio associati alle precedenti scottature solari indossando la protezione solare",Agbai ha aggiunto.

I pericoli delle scottature

Negli Stati Uniti, una persona muore di melanomaogni ora. Negli ultimi dieci anni, il numero di nuovi casi di melanoma è aumentato del 53%.Si stima che negli Stati Uniti nel 2018 verranno diagnosticati 178.560 casi di melanoma.Circa 9.320 persone negli Stati Uniti moriranno di melanoma nel 2018: 5.990 saranno uomini e 330 donne.

Nonostante i vantaggi della protezione solare siano ben consolidati, gli esperti affermano che molte persone continuano a cadere vittime di miti e disinformazione scegliendo di non usare la protezione solare.

“C'è molta disinformazione e ho sentito tutto. Non è sicuro, non è biologico, ho bisogno della mia vitamina D, provoca il cancro, sta inquinando il nostro sistema idrico ".Friedman ha detto a Healthline. “Ecco la realtà: le radiazioni UV causano il cancro della pelle. Chiaro e semplice. L'OMS lo ha designato come cancerogeno. Le creme solari hanno anni di prove che dimostrano che possono prevenire il cancro della pelle”.

Alcuni dei miti che Friedman dice che impediscono alle persone di usare la protezione solare includono la protezione solare che impedisce un "bagliore sano" e che quelli con la carnagione abbronzata non hanno bisogno di protezione solare.

Dott.Emily Newsom, dermatologa dell'Università della California a Los Angeles, afferma che indipendentemente dal tono della pelle, la protezione solare è fondamentale.

"Non sappiamo con certezza perché, ma nella nostra cultura, coloro che non si bruciano facilmente tendono a usare meno crema solare perché non pensano di averne bisogno", ha detto a Healthline. “La protezione solare e la protezione solare sono importanti per tutti i tipi di pelle. Il cancro della pelle è più comune in quelli con la pelle chiara, ma vediamo ancora il cancro della pelle in tutti i tipi di pelle".

Watts afferma che la protezione solare dovrebbe essere sempre utilizzata quando l'indice UV è superiore a tre.Ma gli esperti affermano che la protezione solare non è sufficiente per fornire protezione.

Crema solare tutti i giorni

Agbai ha sottolineato che è utile stabilire buone abitudini di protezione solare durante l'infanzia.

"Raccomanderei di indossare indumenti protettivi come un cappello a tesa larga e maniche lunghe, cercare l'ombra e indossare una crema solare ad ampio spettro di almeno SPF 30 su tutte le aree esposte"ha detto Agbai. "È fondamentale riapplicare la protezione solare ogni due ore quando si è all'aperto, o dopo aver sudato, nuotato o essersi asciugati".

Gli esperti che hanno parlato con Healthline consigliano tutti di entrare nella routine quotidiana di applicare la protezione solare e di praticare abitudini solari sicure.Anche se da bambino non eri al riparo dal sole, dicono che non è troppo tardi per aiutare la tua pelle.

“Non è mai troppo tardi per iniziare una buona abitudine di protezione solare. La nostra pelle non può ripararsi dai danni dei raggi UV più avanti nella vita come può farlo prima nella vita, quindi usare una buona protezione solare anche dopo anni in cui non lo fa può fare una grande differenza ".ha detto Agbai.

Tutte le categorie: Blog