Sitemap
Condividi su Pinterest
Gli scienziati si stanno avvicinando a svelare il mistero dei casi di epatite inspiegabile nei bambini.Annie Otzen/Getty Image
  • Due studi separati di pre-stampa offrono nuovi indizi per spiegare il mistero dietro ciò che sta causando un'epatite acuta inspiegabile nei bambini.
  • Gli scienziati hanno individuato diversi potenziali colpevoli nei bambini affetti: un virus benigno, due adenovirus e una piccola quantità di virus dell'herpes, oltre a una specifica mutazione genetica.
  • Gli autori degli studi stanno ora cercando ricercatori in altre regioni geografiche per confermare le loro scoperte.

Da gennaio 2022, i medici trattano casi inspiegabili di epatite acuta nei bambini piccoli, alcuni dei quali hanno richiesto trapianti di fegato e alcuni sono morti.Con i primi casi diagnosticati in Scozia e poi diffusi in tutto il mondo con oltre 1.000 casi, la causa dell'epidemia è rimasta poco chiara.

In qualsiasi aspetto della vita, i problemi con una singola causa sono in genere più semplici da risolvere.Le soluzioni ai problemi con possibili fattori multipli possono essere estremamente difficili da svelare, come nel caso di questi casi di epatite.

Un paio di nuovi studi indipendenti ma sovrapposti suggeriscono che i casi inspiegabili di epatite nei bambini sono probabilmente il risultato di uno o due virus interagenti e forse di una mutazione genetica.

Uno degli studi è stato condotto presso l'Università di Glasgow in Scozia e l'altro presso l'UCL Great Ormond Street Institute of Child Health di Londra, entrambi nel Regno Unito.

Gli studi hanno rilevato alti livelli di materiale genetico dal virus Adeno-associato 2, o AAV2, in quasi tutti i bambini affetti, sebbene non nei bambini sani usati come controlli.L'AAV2 è molto comune, infetta quasi tutti durante l'infanzia e può rimanere nel corpo a livelli bassi indefinitamente.

AAV2, curiosamente, è considerato innocuo e non è noto che causi malattie, aggiungendo al mistero.

Curiosamente, poiché l'AAV2 può replicarsi solo in presenza di altri adenovirus o virus dell'herpes, la sua presenza potrebbe suggerire che uno di essi sia coinvolto in questi casi inspiegabili di epatite.

I ricercatori scozzesi hanno trovato tracce di probabili adenovirus HAdV (specie C e F) e virus dell'herpes umano 6B (HHV6B).HAdV C e F sono stati trovati in sei su nove bambini affetti e HHV6B in tre su nove.

Inoltre, otto bambini su nove con epatite acuta nello studio scozzese condividevano una mutazione genetica,HLA-DRB1*04:01. La mutazione non è molto comune, presente solo nel 15,6% circa dei donatori di sangue scozzesi.

Dott.Paul Spearman, direttore della Divisione delle malattie infettive del Cincinnati Children's Hospital, che non è stato coinvolto in nessuno degli studi, ha detto a Medical News Today che i risultati sono intriganti ma devono essere ulteriormente esplorati.

“Si tratta di studi intriganti che sollevano la possibilità che AAV2, in combinazione con l'adenovirus, contribuisca ai casi di epatite osservati nei bambini. I numeri sono piccoli e le associazioni fatte non si possono dire definitive. Ciò richiederà studi più ampi”.
— Dott.Paul Spearman

“Tuttavia, ora gli studi più ampi possono anche cercare AAV2 e cercare di rafforzare questa scoperta. Quindi, l'importanza qui è che questo è un potenziale indizio della causa, e ora dobbiamo prendere questa osservazione e applicarla in modo più ampio per vedere se il collegamento regge", ha aggiunto.

Risolvere il mistero dell'epatite

La professoressa Emma Thompson, autrice corrispondente dello studio scozzese, ha detto a MNT che “Il primo passo è che altri testino per l'AAV2 e l'associazione HLA nelle loro coorti in tutto il mondo.

"Abbiamo già due studi indipendenti che hanno mostrato la stessa cosa, ma sarà importante vedere se questo vale anche in altri paesi", ha affermato.

Dott.Spearman ha osservato che medici e ricercatori non dovrebbero avere molti problemi a testare la mutazione genetica: “Questo è un test molto semplice. La maggior parte degli ospedali o dei laboratori di riferimento possono eseguire questo test”.

“In secondo luogo”, ha detto il prof.Thompson, “abbiamo bisogno di un po' più di lavoro meccanicistico. Uno di questi percorsi di ricerca è da guardareIgMrisposte anticorpali (che aumentano nell'infezione primaria) per vedere se i bambini sono stati infettati di recente". IgMimmunoglobulinesono prodotti in risposta a un patogeno estraneo dal sistema immunitario del corpo.

prof.Thompson ha anche raccomandato l'esplorazione della "risposta immunitaria - anticorpi e cellule T - alle proteine ​​​​da AAV2 [e] HAdV".Ha anche menzionato l'HHV6, l'herpes, come possibile candidato, anche se sospetta che sia molto meno probabile che sia coinvolto.

Infine, “dobbiamo indagare se l'HLA-DRB1*:0401 è coinvolto nella presentazionepeptidiche provengono dai virus AAV2 o HAdV ai linfociti T.Tutti questi studi sono in programma al momento”, ha affermato il prof.Thompson.

Una connessione indiretta

Lo studio dell'UCL ha rilevato livelli elevati di AAV2 nel sangue e nel tessuto del fegato prelevati da bambini con epatite inspiegabile che erano noti per essere stati infettati durante un recenteAdV-F41scoppio.

Tuttavia, scrivono: "Non siamo stati in grado di trovare prove mediante microscopia elettronica, immunoistochimica o proteomica di particelle o proteine ​​​​virali [H]AdV o AAV2 nei fegati espiantati, suggerendo che la patologia epatica non è dovuta all'infezione litica diretta da nessuno dei due virus".

La professoressa Judith Breuer, autrice corrispondente dello studio dell'UCL, dice a New Scientist che questi risultati suggeriscono che esiste "un meccanismo virale indiretto".

prof.Thompson ha detto che c'erano due possibilità e ha ulteriormente spiegato a MNT:

“Potrebbe essere che i metodi che stiamo usando non siano abbastanza sensibili per rilevare le proteine, quindi è necessario più lavoro sugli anticorpi per esserne sicuri. Se c'è davvero una mancanza di proteine, allora penso che è molto probabile che il meccanismo sia immuno-diretto, possibilmente per esempio come una risposta cross-reattiva da anticorpi o cellule T alle cellule del fegato".

"Mentre l'impronta genetica di AAV2 è ancora molto evidente", ha aggiunto il prof.Thompson, “la risposta immunitaria ha già eliminato la proteina quando i bambini arrivano in ospedale. Dobbiamo fare molto di più per esaminare queste domande meccanicistiche".

Perché solo bambini?

prof.Thompson ha ipotizzato perché potrebbe essere che questi casi inspiegabili di epatite possano verificarsi solo tra i bambini:

“Sospetto che questo possa essere un fenomeno 'multi-hit', che i bambini possano avere la suscettibilità sottostante ed essere stati esposti per la prima volta sia ad HAdV che ad AAV2, mentre la maggior parte degli adulti avrà già avuto esposizione a questi virus (possibilmente uno alla volta)."

"Puoi speculare", ha suggerito il Dr.Spearman, "che se AAV2 sta contribuendo all'infiammazione del fegato, potrebbe farlo solo durante l'infezione iniziale nei bambini insieme all'adenovirus e non con la riattivazione negli individui più anziani".

“Tuttavia, abbiamo bisogno di fare molto più lavoro per indagare su questo”, ha affermato il prof.Thompson. “Ciò significherebbe che in passato potremmo aver perso casi occasionali nei bambini. Dobbiamo anche sapere quali sono le tendenze stagionali dell'esposizione AAV2".

“Tante, tante domande ancora a cui rispondere!” ha concluso.

Tutte le categorie: Blog