Sitemap
Condividi su Pinterest
Alle persone con malattie renali viene spesso diagnosticato un cancro in fase avanzata.Mihailo Milovanovic/Getty Images
  • I ricercatori affermano che le persone con malattie renali hanno un rischio maggiore di cancro e un rischio maggiore di morire a causa della malattia.
  • Dicono che a molte persone con malattie renali viene diagnosticato un cancro in fase avanzata perché i medici sono più concentrati sui problemi di salute cardiovascolare di questi pazienti.
  • Notano anche che alcuni trattamenti contro il cancro non sono fattibili per le persone con malattie renali a causa dei danni che i trattamenti possono causare ai reni.

La connessione tra malattie renali e cancro è stata discussa da esperti in vari contesti e studi, ma non è ampiamente conosciuta dal grande pubblico, affermano gli esperti.

Un nuovo studio potrebbe avere la prova più drammatica finora di questo collegamento.

Nel loro studio, i ricercatori concludono che le persone con malattie renali possono avere un rischio maggiore di cancro e possono avere maggiori probabilità di morire di cancro.

Lo studio, pubblicato sull'American Journal of Kidney Diseases, ha utilizzato i database sanitari dell'Ontario, in Canada, per classificare le persone in base alla loro funzione renale.

I ricercatori hanno esaminato 14 milioni di residenti che ricevono assistenza sanitaria a pagamento unico finanziata con fondi pubblici nell'ambito dell'Ontario Health Insurance Plan.

Gli scienziati hanno utilizzato dati di analisi del sangue o registrazioni che identificano i pazienti sottoposti a dialisi o i pazienti con trapianto di rene.Lo studio ha quindi esaminato il rischio di essere diagnosticato un cancro e di morire di cancro.

Ecco cosa hanno scoperto i ricercatori:

  • Le persone con malattia renale da lieve a moderata e trapiantate di rene avevano un rischio maggiore di cancro rispetto alle persone con funzione renale normale.
  • Le persone con malattie renali avevano un rischio maggiore di morire di cancro rispetto alle persone con funzione renale normale, in particolare per tumori come vescica, reni e mieloma multiplo.
  • Nello studio, dal 10 al 15 percento dei pazienti con malattie renali ha successivamente sviluppato il cancro.

La connessione

La malattia renale cronica e il cancro sono già collegati in diversi modi.

La malattia renale cronica è già un noto fattore di rischio per il cancro.Al contrario, il cancro può causare malattie renali croniche direttamente o indirettamente attraverso gli effetti avversi delle terapie.

Dott.Abhijat Kitchlu, nefrologo della Divisione di Nefrologia del Dipartimento di Medicina dell'Università di Toronto, è stato il medico principale dello studio.

Kitchlu ha detto a Healthline che i risultati mostrano che sono necessarie migliori strategie tra i medici per rilevare e curare il cancro nelle persone con malattie renali.

"I pazienti con malattie renali hanno in genere un grado di infiammazione sottostante e hanno una ridotta funzione del sistema immunitario", ha detto. "Il loro sistema immunitario può essere compromesso e i tumori nei pazienti con reni, in particolare quelli correlati al sistema immunitario, possono passare inosservati".

Ha osservato che poiché i pazienti con reni hanno anche fattori di rischio cardiovascolare, la maggior parte dell'attenzione dei medici oltre alla malattia renale stessa è rivolta alla prevenzione di cattivi esiti cardiovascolari.

"Per questo motivo, lo screening del cancro di routine può essere messo in secondo piano e ciò può portare a un rilevamento ritardato", ha affermato.

Kitchlu ha osservato che a causa di questi ritardi le persone con malattie renali hanno in genere tumori più avanzati al momento della diagnosi.

"Abbiamo visto più tumori di stadio quattro in questo studio, potenzialmente a causa di meno screening del cancro e maggiore attenzione ai problemi cardiovascolari", ha detto.

Terapia del cancro e reni

Un altro problema che lo studio ha esplorato è che molti trattamenti per il cancro possono danneggiare i reni, quindi i pazienti con reni che hanno anche il cancro possono avere difficoltà a trovare un trattamento per il cancro praticabile.

"I pazienti renali spesso non sono ammessi negli studi clinici per il cancro, perché i farmaci hanno restrizioni sull'idoneità a seconda della funzione renale",disse Kitchlù.

“Sono esclusi anche i pazienti con funzionalità renale lievemente ridotta. Spesso ci sono pochissime opzioni per i pazienti”.

Gli autori dello studio hanno osservato che mentre le malattie cardiovascolari sono state tradizionalmente considerate la causa principale di morte nelle persone con malattia renale cronica, "la percentuale di decessi per cancro può essere sottovalutata in questa popolazione, in particolare in quelli con rene lieve-moderato disfunzione."

"È importante che ogni medico di rene pensi anche al rischio di cancro e dovrebbe essere effettuato uno screening individualizzato del cancro",Ha aggiunto Kitchlu. "Riteniamo che i medici debbano tenerlo a mente".

Guardando al futuro

Tra i prossimi passi per i medici, suggerisce Kitchlu, c'è la ricerca di modi per includere più persone con malattie renali negli studi clinici sul cancro.

Il modo migliore per farlo è rilevare il cancro in anticipo con test meno invasivi, incluso potenzialmente l'utilizzo di biopsie liquide, che sono esami del sangue in grado di identificare biomarcatori nel sangue in grado di rilevare la presenza di cancro nelle fasi iniziali.

"C'è molto interesse per le biopsie liquide e altri metodi di diagnosi precoce, che potrebbero essere un modo ideale per verificare la presenza di cancro nei pazienti con malattie renali perché è molto meno invasivo",disse Kitchlù.

"Potremmo semplificare lo screening per i pazienti con malattie renali con un metodo di rilevamento meno invasivo", ha aggiunto.

Tutte le categorie: Blog