Sitemap
Condividi su Pinterest
Una nuova ricerca esplora i benefici delle diete chetologiche per invertire il cancro del colon-retto nei topi.Boris Jovanovic/Stocksy
  • I ricercatori hanno studiato come le diete a basso contenuto di carboidrati riducono la crescita del tumore colorettale nei topi.
  • Hanno scoperto che una molecola prodotta con le diete chetologiche sopprime la crescita del tumore e pensano che questi risultati possano tradursi negli esseri umani.
  • I ricercatori hanno ora avviato studi clinici per determinare l'effetto della molecola sul cancro del colon-retto umano.

Il cancro colorettale (CRC) è ilterzo più comunecancro diagnosticato negli Stati Uniti.Gli studi hanno dimostrato che ilDieta occidentale, le diete ricche di zuccheri e il consumo eccessivo di proteine ​​animali, in particolare la carne rossa, aumentano il rischio di CRC.

Gli studi dimostrano che le diete che prevedono il digiuno e la restrizione calorica lo sonoprotettivocontro i tumori intestinali in modelli animali.Non si sa se possano tradursi in esseri umani.

Comprendere di più sui meccanismi alla base degli effetti di varie diete sulla crescita del tumore potrebbe aiutare i ricercatori a sviluppare trattamenti e opzioni preventive per il CRC.

Recentemente, i ricercatori hanno condotto una serie di studi sui topi studiando i meccanismi protettivi alla base di una dieta a basso contenuto di carboidrati per il CRC.

Lo hanno trovatobeta-idrossibutirrato(BHB) — una molecola di energia alternativa prodotta in risposta a diete povere di carboidrati — sopprime la crescita del tumore intestinale.

"BHB è una piccola molecola prodotta nel fegato in risposta alla fame o a una dieta chetogenica",Dott.Anton Bilchik, oncologo chirurgico e primario di medicina presso il Saint John's Cancer Institute presso il Providence Saint John's Health Center di Santa Monica, in California, ha detto a Medical News Today.

“Questo [nuovo studio] dimostra in un modello murino che previene il cancro del colon-retto attivando un recettore Hcar2 che rallenta la crescita che si trova nel rivestimento dell'intestino. Questo recettore può svolgere un ruolo importante nel prevenire la crescita cellulare all'interno dell'intestino",Dott.Bilčik ha aggiunto.Non è stato coinvolto nello studio.

Il nuovo studio è stato pubblicato inNatura.

Diete cheto

I ricercatori hanno prima cercato di identificare gli interventi dietetici che influenzano la crescita del tumore intestinale.Per fare ciò, hanno progettato sei diete con rapporti grassi-carboidrati variabili, comprese due diete chetogeniche con rapporti grassi-carboidrati del 90% di origine vegetale o animale.

Dopo aver iniziato le diete, i ricercatori hanno indotto il CRC nei topi tramite procedure chimiche standard.In tal modo, hanno notato che il numero e le dimensioni dei tumori si riducevano all'aumentare del rapporto grasso-carboidrati.

Hanno anche scoperto che i topi con diete cheto sono sopravvissuti più a lungo e che le diete cheto hanno inibito lo sviluppo del tumore in un modello genetico di CRC.

La dieta cheto ha anche soppresso la crescita del tumore quando è iniziata dopo aver attivato il CRC.

Nel frattempo, la cessazione della dieta chetogenica ha portato alla ricrescita del tumore, anche se la dieta aveva precedentemente ridotto le dimensioni del tumore.

I ricercatori hanno scritto che i loro risultati indicano che le diete chetologiche sopprimono potentemente la crescita del tumore del colon-retto sia nei modelli di prevenzione che di trattamento del CRC.

Meccanismi sottostanti

I ricercatori hanno poi studiato i meccanismi alla base della soppressione del tumore.

Attraverso una serie di esperimenti, hanno scoperto che le diete chetologiche rilasciano BHB, che interagisce con le cellule dell'intestino per ridurre e prevenire la crescita del tumore.

Dott.Maayan Levy, uno degli autori dello studio, ha dichiarato a MNT:

“BHB inibisce la crescita e la proliferazione delle cellule epiteliali intestinali. Ci riesce attivando il regolatore trascrizionale Hopx. Hopx, a sua volta, riduce l'espressione dei geni coinvolti nella divisione cellulare. Non è noto come esattamente Hopx eserciti i suoi effetti di regolazione genica; questo è qualcosa su cui stiamo attualmente indagando".

Per vedere come funziona BHB negli esseri umani, i ricercatori hanno osservato i suoi effetti sulle linee cellulari umane.In tal modo, hanno notato che il BHB ha ridotto la crescita degli organoidi sia nei donatori sani che nelle linee cellulari CRC e ha aumentato l'espressione di Hopx.

Hanno scoperto, tuttavia, che solo le linee cellulari con HCAR2-HOPX hanno risposto al BHB e che altre come HCT116 e RKO non lo hanno fatto.

Infine, i ricercatori hanno raccolto campioni di sangue da 41 pazienti con CRC per valutare il legame tra i livelli ematici di BHB e i livelli di Hopx.Hanno scoperto che i livelli di BHB erano correlati positivamente con i livelli di Hopx e negativamente con la progressione del ciclo cellulare.

Questo, hanno scritto, suggerisce che il BHB potrebbe aumentare i livelli di Hopx e ridurre la crescita del tumore CRC nelle persone.

I ricercatori concludono che interventi orali o sistemici come BHB potrebbero integrare le attuali strategie di prevenzione e trattamento per CRC.

Limiti dello studio

Alla domanda sui limiti dello studio, il Dr.Bilchick ha detto:

“Sebbene questi studi siano eccitanti e stimolanti, si sa poco su come si tradurranno nell'efficacia clinica umana. Risultati clinici positivi potrebbero avere un impatto su migliaia di vite e ridurre lo sviluppo del cancro del colon-retto, in particolare nei giovani dove stiamo assistendo a un massiccio aumento dell'incidenza per ragioni poco chiare".

"Un aspetto importante che il nostro studio non ha ancora affrontato sono i livelli di BHB circolante e la loro durata che devono essere raggiunti per osservare un effetto inibitorio del tumore", ha aggiunto il dott.prelievo.

“In altre parole, i livelli di BHB devono essere costantemente elevati? La supplementazione intermittente di BHB è efficace? Sono sufficienti brevi periodi di integrazione di BHB? Se sì, quanto devono essere frequenti questi attacchi? Stiamo indagando attivamente su queste importanti domande".

Mentre molto rimane sconosciuto sul ruolo di BHB in CRC, il Dr.Levy ha spiegato che il suo team ha avviato studi clinici per determinare l'effetto del BHB sul cancro del colon-retto umano.

"Ciò che è incoraggiante è che nei modelli animali, tutti i tipi di cancro del colon-retto che abbiamo utilizzato per testare l'efficienza del BHB hanno risposto all'intervento", ha affermato. "Inoltre, anche gli organoidi intestinali derivati ​​da pazienti con cancro del colon-retto rispondono al trattamento con BHB con una crescita ridotta".

Tutte le categorie: Blog