Sitemap
Condividi su Pinterest
Una nuova ricerca suggerisce che le battute e le azioni sugli anziani che possono sembrare innocue possono avere un grande impatto sulla salute fisica e mentale degli anziani.Getty Images
  • Secondo un nuovo studio, quasi tutti gli anziani sperimentano una qualche forma di ageismo quotidiano nella loro vita quotidiana.
  • I ricercatori hanno trovato una connessione tra l'invecchiamento e le condizioni di salute croniche.
  • Gli anziani che interiorizzano le convinzioni dell'età come "avere problemi di salute fa parte dell'invecchiamento" potrebbero non cercare cure e prepararsi per una profezia che si autoavvera, affermano gli esperti

Mentre le battute sull'avere un "momento da anziani" o "andare oltre la collina" potrebbero sembrare innocue, in realtà potrebbero causare danni alla salute degli anziani, suggerisce una nuova ricerca.

Queste riflessioni rientrano nella categoria dell'"età quotidiana" e aiutano a perpetuare gli stereotipi negativi sugli anziani.

Un nuovo studio pubblicato inRete JAMA apertascopre che quasi tutti gli adulti sperimentano una qualche forma di ageismo nella loro vita quotidiana.Queste aggressioni e micro-aggressioni vanno dall'assorbimento dei messaggi dell'età nei media, dall'incontro con persone che credono di essere meno capaci a causa della loro età e dal credere agli stessi stereotipi sull'invecchiamento.

"L'età è un tipo di discriminazione che può presentarsi in tutti i modi diversi, sia palesi che sottili", ha affermato la prima autrice dello studio Julie Ober Allen, PhD, assistente professore presso il Dipartimento di salute e scienze motorie dell'Università dell'Oklahoma, Norman . "L'ageismo quotidiano è radicato in stereotipi e convinzioni molto ristrette sull'invecchiamento che strappano via l'individualità delle persone e le trattano come uno stereotipo monolitico degli anziani".

Inoltre, i ricercatori hanno trovato una connessione tra le esperienze di invecchiamento quotidiano e la salute cagionevole.

Cosa ha trovato la ricerca

Ober Allen e colleghi dell'Università del Michigan hanno intervistato più di 2.000 persone di età compresa tra i 50 e gli 80 anni.

Ai partecipanti è stato chiesto circa 10 forme di ageismo quotidiano, inclusa la lettura o l'ascolto di battute sull'invecchiamento o sul fatto che gli anziani non sono attraenti o indesiderabili; incontrare persone che presumono di avere difficoltà a usare la tecnologia oa ricordare o capire le cose a causa della loro età; e credere che avere problemi di salute, sentirsi soli e sentirsi depressi sia solo una parte dell'invecchiamento.

In tutto, il 93 per cento degli intervistati ha riferito di aver sperimentato regolarmente almeno una forma di età.

Il più comune era credere all'affermazione che "avere problemi di salute fa parte dell'invecchiamento".Quasi l'80% dei partecipanti credeva in questa convinzione, anche se l'82% descriveva la propria salute come buona o molto buona.

Il 65% degli intervistati ha affermato di vedere, ascoltare o leggere barzellette che denigrano o stereotipano le persone anziane e il 45% ha affermato di aver sperimentato regolarmente l'età interpersonale o esperienze che coinvolgono direttamente un'altra persona.

Questi potrebbero includere altri presumendo che avessero problemi a vedere, ascoltare, capire, ricordare o fare le cose in modo indipendente.Potrebbe anche significare che le persone presumevano che non stessero facendo nulla di importante o di valore nella loro vita.

I ricercatori hanno anche esaminato come l'età potrebbe influenzare la salute degli anziani.

Per fare ciò, hanno calcolato un "punteggio di età quotidiana" per ciascun partecipante e lo hanno confrontato con ciò che hanno riferito sulla propria salute fisica e mentale.

I risultati hanno mostrato che più alto era il punteggio dell'età, più era probabile che i partecipanti riferissero che la loro salute fisica e mentale era "buona" o "scarsa", più condizioni croniche avevano e maggiore era la probabilità che fossero depressi.

Il legame tra età e salute

Sebbene lo studio non possa dimostrare una relazione diretta di causa ed effetto tra l'età e la cattiva salute, gli esperti affermano che vale la pena esplorare ulteriormente la connessione.

Dott.Ronan Factora, geriatra presso il Center for Geriatric Medicine presso la Cleveland Clinic, afferma che l'età interiorizzata è un problema che deve aiutare i suoi pazienti a superare ogni giorno.

“Spesso sento i pazienti dire ‘Sto diventando più debole. È solo perché sto invecchiando" o "Ho il fiato corto perché sto invecchiando" o "Ho problemi di memoria perché sto invecchiando", ha detto. "Quindi le persone accettano che queste cose che stanno vivendo sono solo una parte normale dell'invecchiamento, ma spesso non è così".

Quando gli anziani interiorizzano queste convinzioni, si scrollano di dosso il loro dolore e scelgono di non indagare sui loro disturbi, potrebbero perdere l'opportunità di farsi curare e trovare sollievo, ha detto.

Ober Allen e i suoi colleghi ritengono che sperimentare casi di età quotidiana inneschi una risposta allo stress nel corpo che può contribuire all'invecchiamento accelerato.

"Quello che crediamo è che quando si è esposti a fonti croniche di stress, per le quali proponiamo, l'età quotidiana può essere un esempio di una fonte cronica di stress, inizia davvero a logorare molto la risposta fisiologica allo stress sistema", ha detto.

In altre parole, lo stress derivante dall'essere costantemente bombardati da messaggi di età da parte dei media, da amici e familiari e dal pubblico in generale, così come convinzioni dannose interiorizzate sull'invecchiamento, possono avere effetti fisici.

"Quando le persone sperimentano la risposta allo stress così spesso e così regolarmente, la ricerca suggerisce che può portare a un invecchiamento prematuro e aumentare il rischio di deterioramento di più sistemi biologici, mettendo le persone a rischio di una varietà di diverse malattie croniche",disse l'Ober Allen. "Quindi, in una certa misura, forse alcuni dei cambiamenti relativi alla salute che associamo all'invecchiamento, se sono, in effetti, legati all'età e non all'invecchiamento cronologico, potrebbero essere effettivamente prevenibili".

Affrontare l'ageismo come società

Gli esperti affermano che una delle cose più importanti che la società può fare per affrontare gli effetti dannosi dell'età è creare consapevolezza.

"È così comune che la maggior parte delle persone non se ne accorge nemmeno",disse l'Ober Allen. “Dobbiamo denunciarlo quando succede e far sapere agli altri che è dannoso”.

Factora suggerisce di considerare l'ageismo quotidiano come qualsiasi altro tipo di discriminazione.

"In quest'epoca, non avresti mai stereotipato una persona in base alla sua razza, etnia o religione", ha detto. "Questi sono problemi che abbiamo davvero risolto nel tempo e l'età dovrebbe farne parte."

A livello interpersonale, entrambi gli esperti consigliano di essere consapevoli di questo quando interagisci con le persone più anziane della tua vita.

"Che siano i tuoi nonni, i vicini di casa o un membro del pubblico in generale, pensaci due volte a come li caratterizzi",ha detto Factora. "Le parole che dici hanno un impatto."

Consiglia anche di controllare i tuoi cari e incoraggiarli a parlare con i loro medici dei loro problemi di salute, in particolare se sembrano scrollarli di dosso come una parte normale dell'invecchiamento.

"Quando non cercano assistenza medica per problemi come depressione o ansia, artrite e dolore e mobilità correlati, problemi di memoria e forse demenza precoce, finiranno per avere un peggioramento della malattia cronica e questo avrà un effetto sulla loro funzione e indipendenza", ha detto. “Alla fine, se questa cascata continua, quelle persone finiranno per essere disabili nel modo in cui le persone si aspettano che siano. Quindi è una specie di profezia che si autoavvera”.

Naturalmente, la professione medica non è esente dall'avere opinioni per età, quindi se sei un adulto più anziano e ritieni che il tuo medico non stia prendendo sul serio le tue lamentele, Factora consiglia di chiedere aiuto a un geriatra.

"Possono aiutare a risolvere i tuoi problemi medici e vedere se c'è o meno qualcos'altro che può essere affrontato da una prospettiva medica e non è solo a causa dell'invecchiamento", ha detto.

Tutte le categorie: Blog