Sitemap
  • Il caffè è una bevanda popolare per molte persone ed è associato a vari benefici per la salute.
  • Una nuova ricerca suggerisce che bere una moderata quantità di caffè zuccherato o non zuccherato è associato a un minor rischio di mortalità.
  • Sulla base della natura osservativa dello studio, i risultati non possono dimostrare in modo definitivo che il caffè riduca il rischio di morte.

A molte persone piace svegliarsi la mattina e prendere una tazza di caffè.Bere caffè è associato ad aspetti della cultura e dell'interazione sociale, ma per quanto riguarda i benefici per la salute?I ricercatori stanno ancora lavorando per comprendere tutti i benefici per la salute derivanti dal consumo di caffè e i rischi associati.

Un recente studio pubblicato negli Annals of Internal Medicine ha rilevato che il consumo moderato di caffè, sia zuccherato che non, era associato a una diminuzione della mortalità.

Benefici per la salute del consumo di caffè

Il caffè è una bevanda popolare, sia negli Stati Uniti che in tutto il mondo.Contiene alcuni nutrienti oltre alla caffeina.Poiché il caffè è così popolare, sia i consumatori che i ricercatori hanno un interesse acquisito nel comprendere l'impatto della bevanda sulla salute e sul benessere.

Una recente revisione narrativa ha rilevato che è sicuro per la maggior parte delle persone consumare da una a quattro tazze di caffè al giorno, che ammontano a un massimo di 400 mg di caffeina al giorno.

I bevitori di caffè possono avere un rischio inferiore di problemi di salute specifici, come ad esempiodiabete di tipo 2eobesità. Il consumo di caffè è anche associato a un ridotto rischio di alcuni tipi di cancro e a un ridotto rischio di mortalità.Ma il modo in cui le persone bevono il caffè fa la differenza?Questo è ciò che i ricercatori nel presente studio hanno cercato di scoprire.

Caffè e rischio di mortalità

In questo studio, i ricercatori hanno cercato di determinare se il minor rischio di mortalità associato all'uso del caffè è ancora applicato con l'aggiunta di dolcificanti artificiali o zucchero al caffè.

Hanno notato che studi precedenti avevano riscontrato un ridotto rischio di mortalità associato al consumo di caffè.Tuttavia, "questi studi non hanno distinto tra caffè consumato con zucchero o dolcificanti artificiali e caffè consumato senza".

Lo studio ha incluso oltre 170.000 partecipanti e i ricercatori hanno seguito i partecipanti per una media di 7 anni.I partecipanti erano eleggibili per lo studio se non avevano malattie cardiovascolari (CVD) o cancro al basale.

I ricercatori hanno ottenuto una valutazione di base del consumo di caffè dei partecipanti, osservando se hanno bevuto caffè zuccherato, zuccherato artificialmente o non zuccherato.Quindi hanno esaminato l'associazione del consumo di caffè con la mortalità per tutte le cause e la mortalità per cancro e malattie cardiovascolari.

Gli autori hanno tenuto conto dello stile di vita, dei fattori clinici e sociodemografici nell'analisi.Hanno scoperto che più della metà dei bevitori di caffè nello studio beveva caffè non zuccherato.In genere, coloro che hanno aggiunto zucchero hanno aggiunto meno di 1,5 cucchiaini di zucchero.

Lo studio ha rilevato che un consumo moderato di caffè, con o senza zucchero, era associato a un ridotto rischio di mortalità.Tuttavia, i risultati relativi al rischio di mortalità e ai dolcificanti artificiali erano incoerenti.

Christina Wee, MD, MPH, vicedirettore di Annals of Internal Medicine e professore associato di medicina presso la Harvard Medical School, ha pubblicato un editoriale sullo studio.Dott.Abbiamo notato alcuni dei punti salienti dello studio:

“Lo studio osservazionale, sebbene non conclusivo, ha rilevato che un consumo moderato di caffè – da 1,5 a 3,5 tazze al giorno – anche con zucchero aggiunto, probabilmente non era dannoso per la maggior parte delle persone e sembrava essere associato a una riduzione del 30% del rischio di mortalità. Questi risultati suggeriscono che le persone che bevono caffè possono continuare a farlo senza motivo di preoccupazione, il che è una buona notizia per gran parte della popolazione”.

Takeaway e ricerca continua

Mentre alcuni potrebbero precipitarsi a prendere la loro prossima tazza di caffè, lo studio ha avuto diverse limitazioni da considerare.In primo luogo, gli autori dello studio hanno notato che la loro ricerca non ha tenuto conto dei cambiamenti nell'assunzione di caffè o dei possibili cambiamenti nell'uso dei dolcificanti nel tempo.In secondo luogo, i partecipanti hanno auto-riferito la quantità di caffè che hanno bevuto e altri fattori dietetici; l'auto-segnalazione può aumentare il rischio di errori.

Il terzo e principale avvertimento è che i ricercatori hanno raccolto i dati sul consumo di caffè dalla biobanca britannica, un ampio database medico di informazioni sulla salute di persone in tutto il Regno Unito.Gli autori hanno descritto questi dati come "non rappresentativi della popolazione campione".Sulla base della natura osservativa dello studio, i risultati non possono dimostrare in modo definitivo che il caffè riduca il rischio di morte.Questo studio non considera i fattori di uno stile di vita sano che possono confondere o contribuire al minor rischio di mortalità.

I ricercatori hanno anche notato che il gruppo che utilizzava dolcificanti artificiali era il più piccolo.Quindi, il rischio di confusione era molto più alto.Era anche più difficile notare eventuali associazioni significative in questo gruppo.Infine, lo studio ha avuto anche un tempo di follow-up relativamente breve, rendendo difficile notare associazioni specifiche con alcune cause di morte.

Dott.Abbiamo inoltre notato che i risultati non si applicavano ad alcune bevande al caffè che aggiungono grandi quantità di zucchero.

"Questi risultati non si applicano ai caffè speciali che hanno quantità più elevate di zucchero e calorie o [aggiungono] sostanzialmente la media di 1 cucchiaino al caffè esaminato nello studio", ha affermato il dott.Wee. "Forse studi futuri potrebbero esaminare se lo stesso beneficio in termini di mortalità si applica a quei tipi di bevande".

Quando gli è stato chiesto di commentare, l'esperto di nutrizione non autore dello studio, il dott.Brian Power ha osservato quanto segue:

“Questo studio combina un messaggio ripetuto sul consumo di caffè con una serie di avvertimenti. Cioè, mentre bere caffè non è essenziale per la sopravvivenza, non danneggerà la tua salute. Cibi e bevande non vengono mai consumati in isolamento e gli autori non esagerano gli effetti riportati”.

Nel complesso, i risultati indicano che la maggior parte delle persone può prendere i risultati e il proprio caffè con un cucchiaio di zucchero.

Tutte le categorie: Blog