Sitemap

Un vaccino per la protezione contro la tubercolosi può aiutare a impedire ai pazienti a rischio di sviluppare la SM.

I ricercatori in Italia potrebbero aver trovato un modo per scongiurare la sclerosi multipla (SM) nelle persone ad alto rischio di sviluppare la condizione.Secondo un nuovo studio pubblicato oggi sulla rivista Neurology, un vaccino contro la tubercolosi (TB) potrebbe svolgere un ruolo chiave nell'impedire a coloro che mostrano i primi segni della malattia di progredire verso la SM.

"Sclerosi" è la parola latina per "spaventare", quindi sclerosi multipla significa "molte cicatrici" o lesioni sul midollo spinale e sul cervello di una persona.Secondo i criteri MacDonald utilizzati per diagnosticare la SM, per una diagnosi precisa di SM è necessario più di un episodio, che provoca lesioni o cicatrici multiple.

I pazienti che hanno avuto sintomi simili alla SM solo una volta sono classificati come affetti da sindrome clinica isolata (CIS). Solo circa la metà di quelli con CSI sviluppa la SM entro due anni.

Scopri i primi segnali di allarme della SM »

Settantatre volontari con CIS hanno preso parte allo studio.Circa la metà dei partecipanti ha ricevuto un'iniezione di un vaccino vivo chiamato Bacille Calmette-Guérin (BCG), che viene utilizzato per prevenire la tubercolosi in alcuni paesi.

Il resto dei volontari ha ricevuto un placebo.Tutti i partecipanti hanno ricevuto scansioni MRI una volta al mese per sei mesi ed entrambi i gruppi hanno ricevuto il farmaco per la SM interferone beta-1a (Avonex) per un anno.

Dopo i primi sei mesi, coloro che avevano ricevuto il vaccino contro la tubercolosi hanno mostrato meno lesioni simili alla SM nelle scansioni MRI rispetto al gruppo placebo.Entro la fine del periodo di studio, il 58% dei volontari vaccinati non aveva sviluppato la SM, rispetto al 30% di quelli a cui era stato somministrato il placebo.

Funziona, ma i medici non sanno perché

Nonostante le notizie incoraggianti, il motivo per cui il vaccino funziona non è chiaro. "Sembra che ci siano molteplici effetti complessi sull'infiammazione cerebrale", ha affermato l'autore dello studio Giovanni Ristori, M.D., Ph.D., dell'Università La Sapienza di Roma, in un'intervista con Healthline. "Altri studi recenti sul BCG nell'autoimmunità indicano un effetto neuroprotettivo prodotto dalle citochine [che aiutano a regolare la risposta immunitaria] che è particolarmente indotto dal BCG".

Anche utilizzato per il suo scopo originale, questo vaccino contro la tubercolosi "è efficace solo nel 50-60% di tutti i casi", ha affermato Ristori, ma i ricercatori sono stati motivati ​​a studiarlo ulteriormente quando uno studio pilota su pazienti con diagnosi di SM ha rivelato che "il BGC era sicuro ed efficace nel ridurre l'attività della malattia alla risonanza magnetica.

"L'idea che la SM non sia una singola malattia è comune tra i ricercatori", ha affermato Ristori, e potrebbe spiegare perché questo vaccino contro la tubercolosi non è stato efficace al 100% nel prevenire lo sviluppo della SM da parte dei pazienti con CIS.

Scopri i trattamenti per le riacutizzazioni acute della SM »

Come con qualsiasi farmaco o terapia, la sicurezza è importante quanto l'efficacia. "BCG si è dimostrato sicuro in quasi tutti i pazienti che lo hanno assunto", ha affermato Ristori.

E il fatto che il virus sia in diretta non è motivo di preoccupazione.Sottolinea che anche il vaccino antinfluenzale vivo si è dimostrato sicuro per i pazienti con SM. "[Il vaccino antinfluenzale] può essere persino consigliabile solo per prevenire quelle infezioni delle vie respiratorie superiori che possono favorire le ricadute della SM",ha detto Ristori.

"Abbiamo in programma di progettare studi di fase III su persone con un primo episodio demielinizzante e possibilmente su soggetti" a rischio "di SM", ha affermato Ristori.Sebbene siano necessari ulteriori studi, questi risultati preliminari promettono che un vaccino per la SM potrebbe essere a portata di mano.

Leggi di più: Che aspetto ha il futuro della SM?»

Tutte le categorie: Blog