Sitemap

Navigazione veloce

  • I ricercatori hanno esaminato l'efficacia della terapia cognitivo comportamentale (CBT) per il mal di testa nel trattamento del mal di testa post-traumatico.
  • Hanno scoperto che la CBT riduce efficacemente la disabilità associata a mal di testa post-traumatico e sintomi di disturbo da stress post-traumatico (PTSD) nei veterani.
  • Dicono che la terapia può anche ridurre i costi associati al trattamento di queste condizioni.

La lesione cerebrale traumatica (TBI) è un rischio riconosciuto del servizio militare.Coloro che soffrono di trauma cranico sono anche a rischio di sviluppare mal di testa post-traumatico.

La ricerca suggerisce che circa il 40% delle persone con mal di testa post-traumatico ha anche un disturbo da stress post-traumatico (PTSD).

Il mal di testa post-traumatico è notoriamente difficile da trattare.A differenza dell'emicrania, che ha sintomi più definiti, non ha un quadro sintomatologico chiaro ed è definito dalla causa del mal di testa: il trauma.

Attualmente non ci sono trattamenti in prima linea confermati per il mal di testa post-traumatico da trauma cranico lieve.Sia le terapie farmaceutiche che quelle comportamentali sono in gran parte inefficaci.

Nuove strategie di trattamento per PTH da trauma cranico lieve potrebbero migliorare la qualità della vita dei veterani e di altri che vivono con la condizione.

Recentemente, i ricercatori hanno esaminato due interventi non farmacologici per il mal di testa post-traumatico: la terapia cognitivo comportamentale (CBT) e la terapia di elaborazione cognitiva (CPT).

Hanno scoperto che la CBT per il mal di testa era più efficace della normale cura nel ridurre la disabilità associata al mal di testa post-traumatico e aveva un impatto significativo sulla gravità dei sintomi del disturbo da stress post-traumatico nei veterani.Nel frattempo, il CPT non è riuscito a migliorare la disabilità del mal di testa, nonostante una significativa riduzione della gravità dei sintomi del disturbo da stress post-traumatico.

I ricercatori hanno pubblicato i risultati inNeurologia JAMA.

Prova

Per lo studio, i ricercatori hanno reclutato 193 veterani di combattimento post-11 settembre.La loro età media era di 39,7 anni e l'87% erano maschi.

I partecipanti sono stati divisi in tre gruppi: uno che ha ricevuto CBT per il mal di testa, un altro che ha ricevuto CPT e l'ultimo gruppo - trattamento per consueto (TPU). I trattamenti sono durati sei settimane.

La CBT si è concentrata sull'alleviare la disabilità e lo stress associati al mal di testa attraverso il rilassamento, la definizione di obiettivi per le attività che i pazienti volevano riprendere e la pianificazione delle situazioni.

Nel frattempo, il CPT si è concentrato sull'affrontare il disturbo da stress post-traumatico attraverso strategie per valutare e modificare i pensieri disadattivi sconvolgenti legati ai traumi.

TPU vario e composto da:

  • farmacoterapie
  • gestione del dolore, inclusa l'iniezione di Botox
  • Fisioterapia
  • trattamenti sanitari integrativi, inclusi massaggi e agopuntura

La disabilità correlata al mal di testa è stata misurata mediante l'Headache Impact Test 6 (HIT-6). Al basale, i partecipanti al gruppo CBT hanno ottenuto una media di 66,1 punti sulla scala HIT-6, mentre quelli nel CPT hanno segnato 66,1 e i partecipanti TPU hanno segnato 65,2.

Un punteggio di 60 o più è considerato "severo" e il punteggio massimo sulla scala è 78.

Il disturbo da stress post-traumatico è stato valutato dalla lista di controllo del disturbo da stress post-traumatico per DSM-5 (PCL-5). A baseline, il gruppo CBT ha segnato una media di 47,7 punti sulla scala, mentre il gruppo CPT ha segnato 48,6 e il gruppo TPU ha segnato 49.Punteggi di 31-33 o superiori indicano PTSD e il punteggio massimo è 80.

Dopo aver analizzato i dati, i ricercatori hanno scoperto che i punteggi HIT-6 per quelli nel gruppo CPT erano ridotti di una media di 3,4 punti rispetto a quelli sottoposti alle cure abituali.Questo miglioramento della disabilità correlata al mal di testa è stato mantenuto sei mesi dopo il trattamento.

Anche i punteggi del disturbo da stress post-traumatico per il gruppo CPT sono diminuiti in media di 6,5 punti rispetto al gruppo di cura abituale immediatamente dopo il trattamento, con effetti del trattamento che durano fino a 6 mesi dopo il trattamento.

Nel frattempo, quelli del gruppo CPT hanno sperimentato un miglioramento più modesto della disabilità correlata al mal di testa, con una diminuzione media di 1,4 punti dopo il trattamento rispetto a quelli del gruppo TPU.

I punteggi del disturbo da stress post-traumatico nel gruppo CPT sono diminuiti di 8,9 punti in media dopo il trattamento rispetto a quelli sottoposti alle cure abituali.

L'analisi dei punteggi disaggregati ha mostrato che l'assistenza abituale ha comportato un cambiamento minimo nella disabilità correlata al mal di testa: meno di una variazione unitaria nel punteggio medio HIT-6.Tuttavia, c'è stata una diminuzione del punteggio PTSD di 6,8 punti tra quelli nel gruppo di assistenza abituale, che è ulteriormente diminuito a 7,7 punti 6 mesi dopo.

CBT e CPT

Alla domanda su cosa potrebbe spiegare i diversi effetti della CBT e di altre opzioni di trattamento, Don McGeary, Ph.D., ABPP, professore associato presso il Dipartimento di Psichiatria e Scienze del comportamento presso l'Università del Texas Health San Antonio e uno degli autori dello studio , ha detto a MNT:

"Credo che la [CBT per il mal di testa] sia stata efficace in questo studio perché abbiamo sviluppato di proposito un trattamento che sarebbe molto ampio (cioè, affronterebbe il maggior numero possibile di meccanismi di mal di testa) e si concentrerebbe sulla funzione. Quando le persone con qualsiasi tipo di condizione di dolore sono in grado di superare la disabilità e svolgere attività più significative nella loro vita, il dolore diventa più facile da gestire. Questo era certamente vero nel nostro studio”.

Dott.McGeary ha aggiunto che i veterani avevano maggiori probabilità di completare la CBT rispetto alla CPT.Ha notato che ciò era forse dovuto al fatto che la CBT è meno intensiva e non implica l'approfondimento di traumi che i pazienti potrebbero voler evitare.

I ricercatori hanno concluso che la CBT per il mal di testa tratta efficacemente il mal di testa post-traumatico da trauma cranico lieve e PTSD nei veterani.

Alla domanda sul significato di questi risultati per il trattamento del disturbo da stress post-traumatico e dei suoi sintomi, il dott.McGeary ha affermato che la CBT potrebbe ridurre i costi di trattamento per il disturbo da stress post-traumatico e aumentare l'accesso al trattamento poiché gli psicologi richiedono solo due ore di formazione e l'assistenza dura solo 4-8 ore.In confronto, il CPT richiede una formazione rigorosa e oltre 12 ore di assistenza.

"Stiamo ancora lavorando per identificare chi potrebbe trarne beneficio e sospettiamo che i veterani con sintomi di disturbo da stress post-traumatico meno gravi trarranno beneficio dall'intervento sul mal di testa, mentre quelli con sintomi più gravi devono essere indirizzati al trattamento standard", ha osservato.

Ha aggiunto che, data la semplicità della CBT, potrebbe essere efficace anche nei bambini e negli adolescenti; tuttavia, devono prima testarlo.

Shannon Wiltsey Stirman, Ph.D., professore associato presso il Dipartimento di Psichiatria e Scienze comportamentali della Stanford University, non coinvolto nello studio, ha detto a MNT che la terapia potrebbe funzionare anche in altri dati demografici.

Dott.Stirman ha osservato che la terapia potrebbe avvantaggiare le persone che hanno subito violenze da parte del partner intimo o sono riluttanti o incapaci di impegnarsi in una terapia incentrata sul trauma a causa di problemi medici, fornendo strumenti per gestire aspetti della vita quotidiana e sintomi di PTSD.

Tutte le categorie: Blog