Sitemap
Condividi su Pinterest
I ricercatori stanno imparando come i prodotti per la pulizia possono influenzare l'aria all'interno della tua casa.Getty Images
  • Quando i fumi di candeggina si mescolano con un composto di agrumi che si trova in molti detergenti per la casa, possono formare particelle ultrafini come quelle che si trovano nello smog.
  • Questo composto è chiamato limonene e di solito è relativamente mite, ma in grandi quantità può irritare gli occhi, la gola, i polmoni e la pelle.
  • Alcuni prodotti ecologici possono essere più sicuri della candeggina tradizionale, ma alcuni esperti affermano che l'uso di aceto e bicarbonato di sodio può anche essere un modo non tossico per pulire la casa.

L'odore della candeggina è stato a lungo associato a una casa pulita, soprattutto durante la stagione fredda e influenzale.

Ma un gruppo di ricercatori ha appreso che quando i fumi di candeggina si mescolano con un composto di agrumi che si trova in molti detergenti per la casa, possono creare particelle sospese nell'aria potenzialmente dannose, per te e i tuoi animali domestici.

Questo composto di agrumi è noto come limonene.Si trova in migliaia di prodotti per la pulizia, prodotti per la cura personale e deodoranti per ambienti ed è anche rilasciato da alcuni prodotti in legno.

Di per sé, il limonene non è molto tossico, sebbene l'esposizione a quantità maggiori possa irritare la pelle, gli occhi, la gola e i polmoni.In presenza di aria, può ossidarsi per formare composti che causano allergie cutanee.

Il limonene è anche uno dei composti organici volatili (VOC) più comuni che si trovano all'interno, scrivono gli autori del nuovo studio.

I COV sono gas emessi da molti prodotti per la casa e possono influire sulla qualità dell'aria interna.Una volta rilasciati, possono rimanere nell'aria o attaccarsi alle superfici.

La candeggina e gli agrumi sono una pessima combinazione

Poiché la candeggina e i prodotti contenenti limonene vengono spesso utilizzati negli stessi spazi interni, i ricercatori dell'Università di Toronto e della Bucknell University in Pennsylvania hanno esaminato cosa è successo quando queste sostanze chimiche si sono combinate.

I ricercatori scrivono che durante e dopo l'uso di detergenti a base di candeggina, elevate quantità di acido ipocloroso e gas di cloro possono accumularsi rapidamente in ambienti interni scarsamente ventilati.

Lo studio è stato pubblicato il 2 ottobre in Scienze e tecnologie ambientali.

Hanno simulato questo effetto utilizzando una camera ambientale, a cui hanno aggiunto limonene e gas formati dalla candeggina.

Dopo l'esposizione alla luce fluorescente o alla luce solare, questi composti hanno reagito per formare aerosol organici secondari (SOA). Le reazioni iniziali si sono verificate anche al buio, con la formazione di SOA quando la camera è stata esposta alla luce.

Gli SOA sono particelle fini che sono anche una componente importante dello smog.Quando le particelle sono abbastanza piccole, possono viaggiare in profondità nei polmoni e causare effetti a breve termine come tosse e mancanza di respiro.Particelle molto fini possono anche entrare nel flusso sanguigno attraverso i polmoni.

L'esposizione regolare al particolato è collegata a problemi di salute come infarti e difficoltà respiratorie.Le persone con malattie cardiache, asma o altre condizioni polmonari esistenti sono maggiormente a rischio.

Md.Aynul Bari, assistente professore presso il Dipartimento di Ingegneria Ambientale e Sostenibile presso l'Università di Albany, State University di New York, ha affermato che questi risultati mostrano il "potenziale impatto dei prodotti per la pulizia della candeggina per uso domestico sulla qualità dell'aria interna".

La candeggina utilizzata per la pulizia può comportare altri rischi per la salute.

"È noto che l'uso di prodotti contenenti candeggina in attività di pulizia come il bucato e il lavaggio delle stoviglie, può rilasciare composti organici volatili - come cloroformio e tetracloruro di carbonio - che possono rappresentare un rischio cancerogeno per la salute pubblica", ha affermato Bari.

Cloroformioè un "probabile cancerogeno" nell'uomo, mentre il tetracloruro di carbonio è un "possibile cancerogeno".

Bari ha aggiunto che sono necessarie ulteriori ricerche per "comprendere meglio gli effetti sulla salute di queste particelle".

Pulisci la tua casa in sicurezza

Quindi, come puoi pulire la tua casa e proteggere la tua salute?

Bari ha detto che se usi candeggina o prodotti per la pulizia profumati, fallo solo in ambienti ben ventilati "al fine di ridurre al minimo l'esposizione per inalazione".

Inoltre, se usi prodotti contenenti candeggina, suggerisce di scegliere la candeggina semplice invece di prodotti con fragranze o tensioattivi aggiunti.

L'uso di prodotti per la pulizia "verdi" può anche ridurre l'esposizione a sostanze chimiche, compresi i COV.

Tuttavia, devi scegliere i prodotti con attenzione.Quelli con aggiunta di sostanze chimiche profumate, come il limonene e altri terpeni, possono formare inquinanti secondari, comprese le particelle ultrafini.

"Un'analisi comparativa delle emissioni volatili dei prodotti profumati verdi e convenzionali, inclusi prodotti per la pulizia e deodoranti per ambienti, ha rilevato oltre 550 COV emessi da 37 prodotti, con quasi il 25% classificato come tossico o pericoloso secondo le leggi federali degli Stati Uniti", scrive Anne Steinemann, professore di ingegneria civile all'Università di Melbourne in Australia, sulla rivista Building and Environment.

Nella sua Guida alla pulizia sana, il gruppo di lavoro ambientale senza scopo di lucro raccomanda di scegliere prodotti per la pulizia privi di profumo, ammoniaca e candeggina.

Suggerisce inoltre di cercare prodotti certificati da Green Seal o Ecologo.

Puoi anche scegliere un semplice detergente come aceto e acqua o bicarbonato di sodio.

Tutte le categorie: Blog